Lunedì 14 marzo
Villafranca d’Asti

Tra fede e Patrimonio
Il Romanico come risorsa e la riscoperta delle Vie Francigene

“… Si sarebbe creduto che il mondo, gettando lungi da sé gli antichi vestimenti s’ornasse di un candido mantello di chiese…”.
Monsignor Vittorio Croce, Vicario Generale della Diocesi di Asti e Direttore del settimanale La Gazzetta d’Asti, riprendendo le suggestive parole del monaco e cronista dell’XI secolo, Rodolfo il Glabro, ha dato il via al nuovo ciclo di appuntamenti di formazione di Romanico Monferrato.
Nella Sala del Consiglio Comunale di Villafranca d’Asti, alla presenza del Sindaco Guido Cavalla, di Davide Cabodi, Consigliere di Passerano Marmorito, Comune capofila del Progetto Romanico Monferrato e del giornalista Carlo Cerrato, la prima serata degli appuntamenti del mese di marzo dal titolo: “Tra fede e Patrimonio-Il Romanico come risorsa e la riscoperta delle Vie Francigene”.
Si è trattato di un viaggio tra le chiese romaniche dei comuni che partecipano al progetto e non solo, guidato da Monsignor Vittorio Croce, attraverso le fotografie di Franco Bello. Affreschi, capitelli, architetture e i paesaggi che le circondano che nei secoli sono stati testimoni di storie di luoghi e di persone.
Grande il coinvolgimento del pubblico che apprezza sempre di più questi appuntamenti, alla scoperta di un patrimonio, spesso dimenticato, del proprio terrirorio.