PASSERANO MARMORITO
Chiesa di San Michele

Loading...

 

Il territorio comunale di Passerano, che comprende gli ex comuni di Marmorito e Primeglio-Schierano, conserva tracce di chiese risalenti al periodo romanico: San Michele di Primeglio e Santa Maria del Castello.
Storicamente le attestazioni più antiche si possono trovare nelle «rationes decimarum» della diocesi di Vercelli redatte tra la fine del secolo XIII e la metà circa del secolo XV, da cui si evince che, in origine, l’abitato di Passerano faceva capo alla chiesa di San Pietro, Marmorito alla chiesa di San Giovanni, Primeglio alla chiesa di San Lorenzo e alla chiesa di San Giovanni, Schierano alla chiesa di San Martino e, vicino a Passerano, un’altra chiesa di San Pietro era pertinente all’insediamento di Fabiasco, poi scomparso. Le chiese dei villaggi appartenevano alla potente e vicina pieve di Pino. Santa Maria di Passerano è descritta compiutamente solamente nel Cinquecento, nella relazione del vescovo Bonomi: “… a una sola navata, mancante di pavimento e volte, i muri conservavano frammenti di antiche pitture…”. La chiesa era utilizzata dalla popolazione come co-parrocchiale, ma restava di fatto a carico dei signori del consortile, i conti Radicati. Successivamente non venne più regolarmente officiata e l’esercizio del culto fu spostato in San Pietro, la parrocchiale ricostruita all’inizio dell’Ottocento. Santa Maria del Castello oggi, pur essendo conservata e aperta al pubblico in rare occasioni nel periodo estivo, è a tutti gli effetti una cappella privata.
Nell’elenco della fine del secolo XIII troviamo un «prioratus de Primelio», di cui viene indicata la dipendenza dal «monasterium sancti Januarii», ossia dall’abbazia di San Genuario di Lucedio (in epoca medievale una delle più importanti del Piemonte). Il priorato è da identificarsi con la chiesa di San Michele di Primeglio «ecclesia sancti Michaelis extra et prope locum Primelij que vocatur Ecclesia Monasterii» che risulta ancora esistente all’inizio del secolo XVII, è citata nella visita pastorale del 1606, ma diroccata «diruta» e apparentemente non più legata all’abbazia di Lucedio. La dedicazione a San Michele rimanda a un’origine sicuramente precedente al secolo XII, quando per l’abbazia madre il titolo aggiunto di San Genuario cominciò a prevalere su quello primitivo, appunto, di San Michele. Alla metà del Settecento le giurisdizioni religiose del territorio vengono suddivise in tre parrocchie: quelle di Marmorito, Passerano e Primeglio-Schierano, rispettivamente sotto il titolo di San Giovanni Battista, San Pietro e San Lorenzo e sopravvivono due «benefici», uno di Santa Maria, a Passerano, la chiesa del castello e l’altro intitolato a San Michele a Primeglio, evidentemente il vecchio priorato dell’abbazia di San Genuario di Lucedio.
Oggi della chiesa di San Michele in località “Monastè”, sulle carte con il toponimo «Convento diruto», restano una parte dell’aula e l’abside, il tetto e la facciata sono crollati. L’aula all’inizio dell’Ottocento risultava già ridotta a circa la metà, in lunghezza, al fine di reimpiegare i materiali derivanti per la costruzione della parrocchiale di Passerano. L’abside è più conservata: a pianta semicircolare, risulta scandita in quattro specchiature da lesene rettangolari, a cui corrispondono finestrelle con arco a tutto sesto con ghiera doppia di mattoni e pietra; dalla loro posizione in altezza si deduce che il piano di calpestio dell’edificio più antico, probabilmente del XIII secolo, era più in basso di circa un metro rispetto all’attuale. Lo stato di rovina e la fitta vegetazione impediscono un’analisi più dettagliata.

Bibliografia

SILICANI G.P. Sant’Andrea di Casaglio Storia e arte di una chiesa e di una Comunità del Nord Astigiano, Cerreto d’Asti, Parrocchia di Sant’Andrea, 1996, pp. 124, 128.
PITTARELLO L. (a cura di), Le chiese romaniche delle campagne astigiane. Un repertorio per la loro conoscenza, conservazione, tutela, Torino -Asti, Soprintendenza per i beni ambientali e architettonici del Piemonte – Provincia di Asti, 1984 (ed. 1998), pp. LXXXII-LXXXIII.
www.centrocasalis.it,
BATTISTONI M. a cura di, Comune di Passerano Marmorito, Schede storiche-territoriali dei comuni del Piemonte, 2005.
PIA E.C., Fonti e materiali sul rapporto tra strutture ecclesiastiche e insediamento: notizie storiche e analisi delle vicende costruttive di due chiese del nord dell’Astigiano, in «I Quaderni di Muscandia», 10 (2010), pp. 169-173.